Il Liceo conquista il podio nel premio in memoria di d’Annunzio

Sedici anni, una passione per  Harry Potter , Hunger games e Percy Jackson. Ma soprattutto una grande capacità di scrivere toccando le corde del cuore e facendole vibrare con uno stile impeccabile. Eva Gabriele, classe II f,  è salita ieri sul palco del concorso internazionale “Le parole di D’Annunzio” per ritirare  il suo primo premio ex equo, ovvero una biblioteca di poeti contemporanei insieme al Dizionario delle Collocazioni di Paola Tiberii (edito da Zanichelli). Il suo testo, creato sul neologismo “milite ignoto”, ha strappato i consensi di una giuria di alto livello composta da  Gianni Oliva (presidente), Angelo Piero Cappello,  Andrea Lombardinilo, Emiliano Picchiorri, Paola Tiberii e Dante Marianacci, presidente del Centro Nazionale di Studi Dannunziani che ha organizzato il concorso letterario con la Fondazione Edoardo Tiboni per la cultura di Pescara e la collaborazione degli Uffici Scolastici Regionali del Ministero dell’Istruzione e dell’Università e del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. La giovane Gabriele ha  sbaragliato gli ottantacinque studenti partecipanti , donando così anche al Liceo Galilei e alla sua insegnante di italiano, professoressa Flora Galli,  una biblioteca dannunziana con le pubblicazioni del Centro Studi e di altre istituzioni e case editrici. Ma sul palco del Mediamuseum di Pescara, è salita un’altra eccellenza della stessa classe e della stessa scuola: Desirèe Beradinucci il cui testo sul neologismo “velivolo” la fa volare al secondo posto (ex equo con altri cinque classificati). Il suo scritto invece le  ha fatto meritare il Dizionario delle Collocazioni e le antologie dannunziane “D’Annunzio essenziale” ed “Esercizi dannunziani”. Il preside del Liceo Carlo Cappello, che ha accompagnato le due ragazze alla manifestazione, si è detto  molto soddisfatto dei traguardi raggiunti dalle due studentesse, si è complimentato con i genitori promettendo di farlo formalmente attraverso una lettera.

Redazione

premiodan2 premiodan3 premiodannunzio

You may also like...

Lascia un commento