Medaglia di bronzo per Tarantelli

Sale sul podio Francesco Tarantelli. Un meritato terzo posto colloca lo studente del nostro Liceo tra gli studenti di fisica più promettenti del panorama italiano. Infatti alla gara nazionale delle Olimpiadi di fisica, svoltasi a Senigallia, dal 14 al 16 Aprile, l’allievo di V L ha sbaragliato  106 studenti (su 108)  provenienti da numerosi Istituti scolastici superiori italiani, che hanno dovuto risolvere impegnativi problemi di Fisica e rispondere ad alcuni complessi quesiti. Giunta alla trentesima edizione, la manifestazione si sviluppa in tre prove successive: una gara di Istituto (a Dicembre di ogni anno), una locale (a Febbraio) e una nazionale (ad Aprile). Tra i vincitori di quest’ultima gara, con un’ulteriore prova a fine Maggio, vengono selezionati i cinque componenti della squadra italiana che partecipa nel mese di Luglio alle Olimpiadi Internazionali della Fisica; essa si svolgerà a Zurigo, dove i concorrenti saranno chiamati ad affrontare in due giornate diverse tre problemi teorici e due sperimentali di Fisica. Il vincitore della gara regionale, svoltasi a Montesilvano (PE) il 16 Febbraio scorso, è stato Stefano Aloè, studente del quarto anno del Liceo scientifico “R. Mattioli” di Vasto (CH), che è stato ammesso di diritto alla fase nazionale della competizione. Medaglia d’argento era invece Francesco Tarantelli, studente del quinto anno del Liceo scientifico “G. Galilei” di Pescara, che per questo è stato convocato per la fase nazionale grazie al punteggio conseguito (45 pt). In tutta la scuola è grande la soddisfazione per il suo successo, a cominciare dal Dirigente scolastico, prof. Carlo Cappello, sino a tutto il corpo docente e al personale amministrativo e ausiliario. Non nascondono il proprio compiacimento i docenti che hanno tenuto il corso interno di preparazione alle gare olimpiche, i professori Maurizio Proia e Antonio Di Pomponio, e la docente curricolare di Fisica. ” E’ un ragazzo schivo e riservato – dichiara la docente curricolare Tiziana Calchi -. Nel corso delle prove  svolte Francesco ha sempre dimostrato di possedere una solida formazione scientifica e non solo. Non va omesso il suo costante impegno nello studio, nonché nella partecipazione ai corsi,  incluso quello organizzato dal prof. Luca Lozzi del Dipartimento di Scienze Fisiche e Chimiche dell’Università degli studi di L’Aquila e tenuto dai dottori Gabriele Curci e Simone Paganelli. In vista della gara nazionale delle Olimpiadi della Fisica, il prof. Lozzi ha peraltro permesso a Francesco di partecipare ad attività formative presso i Laboratori didattici dell’ateneo aquilano, sotto la guida del prof. Alfonso D’Altorio, noto esperto nell’ambiente universitario del capoluogo abruzzese su temi sperimentali tradizionali e non”.

Chiara Delli Rocili

tarantelli

You may also like...

Lascia un commento