UNA PROPOSTA PER L’AMBIENTE A FIRMA LICEO GALILEI

Dopo il 15 marzo scorso la sensibilità comune nei confronti dell’ambiente è cambiata, soprattutto da parte dei giovani. Molti hanno trovato in questa occasione un’opportunità per esprimere le proprie idee, altri il coraggio. In piccolo il Galilei ha dimostrato ciò. Infatti, tra le molte scuole pescaresi, il nostro Istituto si è distinto durante il FridaysforFuture, mostrandosi una delle scuole più interessate al nostro futuro. Encomiabile è l’iniziativa del liceo scientifico teramano Delfico. Collaborando con la stampa e la giunta comunale, è riuscito ad organizzare un’assemblea, coinvolgendo anche altre scuole del territorio per rendere migliore il Parco Fluviale teramano, liberandolo dai rifiuti in modo da  piantare bulbi offerti dal comune di Teramo. Sulla scia di questa iniziativa avanzo una proposta simile: si potrebbe realizzare qualcosa di simile qui a Pescara. Non pretendo di pulire il fondale del fiume Pescara, né di diventare addetti del comune pulendo strade, insieme però potremmo proporre al preside di aumentare il verde nella nostra scuola. In seguito, se c’è l’approvazione da parte di molti studenti ad iniziative green, potremmo concentrare le nostre forze sulle spiagge, ripulendole dai rifiuti letali per la fauna marina. Per rendere la cosa più interessante si potrebbe seguire il modello della trush challenge, facendo conoscere il nostro operato anche sui social.  Ma la parte più interessante arriva ora. Qualcuno di voi conosce l’appellativo “città giardino”? Questo nome era attribuito alla città di Pescara perché essa era stata progettata con molte zone verdi e molti giardinetti privati, molti dei quali oggi sono andati perduti anche a causa dei passati governi comunali. Durante una lezione tenuta dalla professoressa Liberatore abbiamo affrontato proprio questo problema e alla fine il dibattito si è concluso con una proposta interessante. Secondo la Legge Regionale n.3/1994 articolo 62 i Vivai Forestali Regionali hanno il dovere di fornire ad enti e associazioni no profit piantine gratis. Con le medesime, attraverso anche un accordo con il comune, potremmo contribuire con le nostre forze a piantarne alcune.  Non si tratta di azioni irrealizzabili ed impossibili, ma azioni che possono aiutare a lasciare un segno nella coscienza di molti adulti e coetanei che quotidianamente fanno finta di ignorare la realtà che ci circonda. Spero che l’idea riceverà adesione dalla maggior parte degli studenti.

Chiudo con una citazione di Greta Thunberg:  “La crisi climatica è il tema più importante dei nostri tempi, eppure c’è ancora chi crede che possiamo risolvere questa crisi senza sforzo, senza sacrificio.“Pensa positivo!” dicono tutti. Come se i passeggeri del Titanic, dopo la collisione con l’iceberg, si fossero seduti a parlare di quali storie i sopravvissuti avrebbero raccontato e di quanto famosi sarebbero diventati. O di quanti posti di lavoro sarebbero stati creati cercando di aiutare i sopravvissuti. La nave sarebbe comunque affondata, a prescindere dalle loro azioni. Noi invece possiamo fermare la collisione. Noi sappiamo che l’iceberg è lì e conosciamo anche le sue esatte coordinate. Eppure non stiamo rallentando, né stiamo cambiando direzione. Magari lodiamo addirittura noi stessi per essere riusciti ad alleggerire un po’ il peso. Mentre aumentiamo la velocità.”

NICCOLO’ DIODATI

IV H

You may also like...