Tutti pazzi per il pallone

È  attualmente lo sport più praticato e seguito al mondo. Le origini del calcio risalgono al 1863, precisamente il 26 Ottobre, quando ebbe un riscontro istituzionale. Infatti a Londra, a Great Queen Street, avvenne un incontro tra undici uomini, ognuno dei quali rappresentava una squadra calcistica locale. Qui si decise di creare il primo campionato al mondo, di livello nazionale. Sono infatti inglesi le prime squadre di calcio mai fondate, come ad esempio  l’Everton(che milita ancora oggi nella massima lega inglese, la Premier League), squadra di Liverpool fondata nel 1878 o lo Sheffield F.C., la squadra più antica mai fondata ancora in attività, risalente al 1857. Nel frattempo il regolamento di questo sport viene gradualmente modificato, con l’aggiunta di regole sempre più specifiche, fino a renderlo simile a quello conosciuto ai nostri giorni. Inoltre anche le tattiche di gioco e i ruoli in campo dei calciatori iniziano a specializzarsi. Gli stadi ebbero sin da subito un grande successo in continua espansione. Un perfetto esempio è il confronto degli spettatori presenti nella finale di F.A. Cup del 1887, circa 27 000 con quelli presenti nella finale della stessa competizione solo quattro anni piu tardi, in cui essi divennero 110 000. Successivamente sono state create altre leghe di livello nazionale in tutto il mondo che si dividono in massimi campionati e campionati minori, quindi di livello più basso. È stato inoltre creato un sistema di organizzazione dei campionati per cui esistono promozioni verso campionati maggiori della stessa nazione e retrocessioni, viceversa in direzione di campionati minori che si costituiscono in base al piazzamento ottenuto in classifica al termine del campionato. Le squadre che si piazzano ai primi posti nei massimi campionati, non potendo entrare a far parte di un ulteriore campionato nazionale di maggiore livello, entrano a far parte (oltre che allo stesso campionato) di un torneo di livello continentale. Ad esempio in Europa ce ne sono due: l’Europa League, di minore spessore, e la Champions League o Coppa dei Campioni. Questi tornei, a differenza dell’impostazione a punteggi dei campionati, sono organizzati in scontri ad eliminazione diretta, in cui appunto la squadra perdente viene eliminata dal torneo. Questi campionati e tornei in Europa vengono gestiti dalla UEFA, un organismo calcistico che si limita alla gestione del nostro continente. Un altro organismo di maggiore spessore simile alla UEFA è invece la FIFA che si occupa anche essa dell’organizzazione di questo sport ma a livello mondiale e che inoltre si occupa di rinnovare e far rispettare il regolamento di questo sport. Oggi sempre di più il calcio è visto, oltre che come sport divertente che appassiona persone di tutto il mondo e di qualsiasi età, anche come qualcosa su cui puntare anche a livello finanziario e quindi un business. Infatti dietro le squadre più grandi al mondo ci sono anche grandi presidenti(proprietari) che spesso vedono l’acquisto di una squadra come un motivo di guadagno: ad esempio attraverso la vendita di magliette, sponsorizzazioni con grandi nomi (nike puma ed adidas soprattutto, sono le tre marche che maggiormente sponsarizzano questo sport, quindi nazionali, club e calciatori) e vendita di biglietti. Questo è il motivo per cui grandi associazioni , maggiormente di origini arabe o cinesi, si interessano attualmente all’investimento in grandi club europei.

Piermario Massariello

calcio1

 

You may also like...

Lascia un commento