Uno sport da leggenda

Tutto un altro sport. Scolpito da nomi altisonanti , noti davvero a tutti, come  Michael Jordan,  LeBron  James,  Shaquille O’Neal   e Kobe Bryant, senza dimenticare i leggendari Los Angeles Lakers e gli ultra-titolati Boston Celtics.  Il basket è uno sport di squadra, in cui due formazioni da cinque giocatori (più ovviamente le riserve) si affrontano per segnare, con un pallone, nel canestro avversario, secondo regole precise e irrevocabili.  Sport con la lettera maiuscola, nato nel 1891 a Springfield dal genio di James Naismith, dottore ed insegnante di educazione fisica canadese,  a cui venne chiesto dalla direzione dell’ YMCA International Training School di inventare un gioco che tenesse impegnati i partecipanti anche durante la stagione invernale.  Ispirato al gioco canadese Duck-on-a-rock ( che consisteva nel lanciare pietre per centrarne una più grande e farla cadere) e a quello Maya  Po-ta-pok , la pallacanestro vide la luce il 15 dicembre 1891. Inizialmente era regolato da poche norme, presentava  un cesto di vimini all’estremità della palestra e coinvolgeva un numero variabile di giocatori.  La data di nascita ufficiale di questo sport è il 15 gennaio 1892, quando il dottor James Naismith pubblicò le regole del Gioco, dopo che un suo allievo, Frank Mahan, ne coniò il nome: basketball. La prima partita della storia della pallacanestro tra due squadre da nove giocatori si disputò il 21 dicembre e finì 1-0 grazie al primo storico canestro di William Richmond Chase. Il gioco fece finalmente il suo ingresso ufficiale  in gare internazionali nel 1936, in occasione della XI Olimpiade, che si tenne a Berlino e vide la vittoria degli Stati Uniti e la consegna delle medaglie dall’inventore stesso. Il torneo, che più si ricorderà negli anni, fu quello di Barcellona 1992, quando gli Stati Uniti crearono la squadra più forte di tutti i tempi: il Dream Team, costituito da alcuni dei giocatori il cui nome è incastonato nella storia di questo sport come Michael Jordan, Larry Bird, Magic Johnson, Charles Barkley, Scottie Pippen, David Robinson, Karl Malone,  John Stockton e Patrick Ewing,Chris Mullin e Clyde Drexler. Il torneo cestistico più famoso e spettacolare è la National Basket Association (NBA), che  è nato negli Stati Uniti nel 1946. Ma non molto meno importante è la Federazione Internazionale Pallacanestro (FIP), nata in Europa nel 1932.  Nel campionato NBA le franchigie (altro nome per indicare le squadre negli USA) più vittoriose, cioè con più titoli, sono i Boston Celtics,  guidati da Bill Russel e Bob Cousy (da menzionare anche Larry Bird) con ben diciassette coppe vinte, i Chicago Bulls dell’era  Jordan-Pippen  vincenti per sei anni di cui tre di fila e i Los Angeles Lakers di Magic Johnson e Kareem Abdul-Jabbar e di Kobe Bryant,Shaquille O’Neal  e Phil Jackson che inanellarono sedici titoli.  In Europa le squadre più titolate in Eurolega, campionato maggiore del vecchio continente, sono: il Real Madrid, detentore di otto coppe, CSKA Mosca con sei vittorie e la Pallacanestro Varese con cinque vittorie. Questa è la storia dello sport più emozionante e sorprendente, del Gioco con la lettera maiuscola divenuto poesia e dei suoi interpreti diventati leggenda.

FRANCESCO AMERIO

402270_360203290675476_152189344810206_1341999_947254955_n

You may also like...

Lascia un commento